Progettazione interni Padova

A chi rivolgersi? Come non sbagliare progettista.

E’ arrivato il momento… abbiamo stipulato il rogito, adesso arriva il fatidico e meraviglioso momento di arredare casa… La prima domanda che ci rivolgiamo è: A chi mi affido per progettare i miei interni? La progettazione di interni a Padova risulta molto importante per creare ambienti belli e funzionali. A volte molte persone si affidano a mobilieri che assecondano letteralmente le idee del cliente creando dei grossi errori irrimediabili.Solitamente, quando si arriva a questo punto, siamo nella situazione in cui non vediamo l’ora di entrare in casa poiché la maggior parte è stata fatta; il coronamento del sogno si sta avverando, ma le preoccupazioni per arredare una casa all’altezza delle nostre aspettative sono molte.

In questo caso, il mio consiglio è affidarsi a un progettista di interni, una sorta di esperto specializzato. Ti faccio un esempio: l’altro giorno ero in centro a Padova e mi sono recato presso un’abitazione, dove ho notato un arredamento affascinante ma non funzionale per niente. Mi sono chiesto… ma chi mai avrà arredato questa abitazione? Ha tenuto conto dell’estetica oppure della funzionalità? La progettazione di interni in questo caso e’ stata fallimentare perche’ ha tenuto conto dell’estetica ma non delle abitudini del cliente.

progetto interni a Padova

Progettazione di interni: come affrontarla correttamente

Una progettazione di interni fatta come si deve segue alcuni ragionamenti specifici che servono a individuare le necessità del cliente e a metterle “nero su bianco”. Che si tratti di una casa nuova o da ristrutturare, serve decidere:

  1. quanti e quali ambienti si vogliono ottenere (cucina, soggiorno, camere, bagni, ecc.);
  2. di che dimensione devono essere;
  3. che stile desideriamo;
  4. gli arredi che condizioneranno le disposizioni murarie (ad esempio mobili ad incasso, camini, cabine armadio);
  5. l’illuminazione (naturale e artificiale);
  6. ultimo, ma non ultimo, il budget a disposizione. Questo deve tenere conto anche di aspetti più o meno opzionali come un impianto di climatizzazione, un impianto di allarme o un sistema domotico da installare.

Vediamo nel dettaglio alcuni degli aspetti più interessanti.

Progettazione di interni: le tipologie di stili

Classico, contemporaneo, vintage, shabby chic, boho, urban chic, industrial, scandinavo, minimal, barocco, etnico, pop, zen, total white, con colori forti: questi sono solo degli esempi fra i tantissimi stili che abbiamo a disposizione. Si può sceglierne uno oppure decidere di ricreare un effetto più personalizzato mixando oggetti di diversi stili o epoche.

Immaginiamo la nostra nuova casa come una tela bianca su cui disegnare la nostra nuova vita. Una casa davvero “riuscita bene”, infatti, rispecchia la personalità di chi la abita. Ecco perché la fantasia può essere sicuramente un’ottima alleata se è supportata dalla competenza di esperti. In questo modo eviterai il rischio che la tua opera d’arte si trasformi in una grande stridente confusione. 

Devi anche sapere, poi, che ogni stile porta con sé i suoi temi, i suoi materiali, i suoi colori e accessori. Questi, probabilmente, dovranno integrarsi con gli oggetti e i mobili importanti per te, pezzi d’arredo che hanno un valore affettivo. Quindi, tu intanto sogna, prendi ispirazione da riviste e altri materiali e immagina che aspetto dovrà avere la tua casa. Poi rivolgiti a chi, come noi, sa realizzare una progettazione d’interni perfetta. Operiamo nella zona di Padova e città limitrofe.

Caratteristiche degli stili più popolari

Vuoi sapere quali sono i 10 stili più famosi quando si parla di interior design e conoscere le caratteristiche principali di ognuno? Ecco un riassunto per te:

  1. contemporaneo: predilige semplicità e comodità, utilizza materiali innovativi ma ama anche quelli pregiati. I colori sono principalmente neutri con poche decorazioni per mantenere un impatto sobrio. Questo stile spesso prevede l’utilizzo della domotica per rendere la casa sempre più al servizio di chi la vive;
  2. classico: ama le forme tradizionali, i colori neutri, vetro, marmo, velluto e raso. Come accessori utilizza lampadari, vasi, quadri, specchi, cuscini e tutti quei complementi d’arredo che conosciamo bene;
  3. scandinavo: ha un’eleganza pulita e accogliente ottenuta tramite l’impiego di legno naturale o laccato, nuance tenui e colori pastello. Aggiungiamo morbidi tappeti in pelliccia, dei cuscini, qualche candela e il gioco è fatto;
  4. industrial: il suo obiettivo è quello di ricreare un look “usato” tramite pareti a nudo, dettagli in acciaio, legno dall’aspetto “invecchiato”, metallo, cemento e vetro. Come colori, molto bianco e grigio abbinati con blu, nero o un grigio più scuro;
  5. minimal: è caratterizzato da un design minimalista e monocromatico ottenuto attraverso linee pulite e l’impiego di bianco, grigio e nero decorati con pochi accessori (volendo dai colori forti);
  6. barocco: praticamente l’opposto di quello precedente, questo stile ama esagerare. L’obiettivo è creare un ambiente dove regnino eccentricità e opulenza, giocando con carta da parati, velluto, broccato e jacquard. Ama i colori forti, dettagli dorati, specchi e lampadari vistosi;
  7. vintage: stile nostalgico che vuole ricreare un ambiente tipico degli anni Settanta, anche questo predilige i colori vivaci come verde, arancione e giallo. I suoi materiali sono il legno, la pelle, il velluto; ama le forme geometriche sulla carta da parati e decorare gli ambienti con oggetti comprati in qualche mercatino delle pulci;
  8. etnico: non un salto nel tempo, ma nello spazio. Questo stile è perfetto per chi vuole dare alla sua casa il sapore di viaggi esotici, di tramonti mozzafiato e di foreste. Per questo utilizza vari tipi di legno, lino e rattan, maschere africane e altri souvenir di luoghi lontani;
  9. boho:anche questo stile ama elementi esotici e stravaganti che, abbinati sapientemente, creino una sensazione di accoglienza e originalità. Utilizza un mix&match di materiali, una base neutra e luminosa, complementi d’arredo coloratissimi e brillanti e accessori come piante, acchiappasogni, lanterne e così via;
  10. shabby: ultimo ma non ultimo, lo stile romantico per eccellenza. Ha il sapore di vita in campagna, ottenuto tramite mobili dall’aspetto decapato e invecchiato. Lo caratterizzano il bianco e le tinte pastello, il legno e i materiali di riciclo. 

L’importanza dei colori: le regole di base per non sbagliare

Scegliere i colori dell’arredamento di casa può rivelarsi un’impresa non semplice e la brutta notizia è che non esistono “ricette magiche” per garantirti di prendere la decisione giusta. Inoltre, la scelta del colore è anche legata al tipo di stile che vogliamo adottare e al tipo di stanza perché ognuna ha esigenze cromatiche diverse.

La soluzione resta sempre quella di sperimentare, però, per fortuna, ci sono alcune semplici regole che possono evitarti errori grossolani.

La prima fra queste è la regola dei tre colori. In un living perfetto, infatti, devono sempre essere presenti:

  1. un colore di base, di solito neutro, ma caldo, utilizzato per circa il 60% degli interni (pavimento, pareti, infissi e tendaggi). Questo non dev’essere per forza esattamente lo stesso colore ma si può scegliere fra tonalità simili della stessa palette;
  1. un colore intenso, più scuro o più acceso, dedicato a pochi pezzi di arredo o parti strutturali come ad esempio una delle pareti. Utilizzato per circa il 30%, creerà movimento e profondità nell’ambiente;
  2. un colore di rottura o colore d’accento, che serve come elemento di stacco rispetto alle due tonalità precedenti e va riservato ad alcuni dettagli.

Diversi colori per ambienti diversi

Come abbiamo accennato, ogni stanza ha le sue tonalità ideali e bisogna sapere come utilizzarle per creare un effetto “wow” e non un senso di disagio.

La camera da letto, ad esempio, deve trasmettere una sensazione di pace e relax; ecco perché è meglio optare per nuance che favoriscano la tranquillità e il riposo. Fra queste ci sono, oltre al bianco, il crema, il grigio perla e il color champagne a cui si può aggiungere un tocco di rosa antico oppure lavanda, malva, glicine o celeste.

La cucina, al contrario, è un ambiente in cui si può osare di più con i colori e creare contrasti forti tramite, ad esempio, le pareti o alcuni complementi d’arredo. E così via anche per le altre stanze della casa come il bagno, dove è interessante giocare sul colore di mobili, rubinetteria e piastrelle.

Sicuramente le tendenze in voga possono darti molti spunti utili. Se ti sei fatto un’idea e vuoi capire come realizzarla, un bravo progettista d’interni, con molti anni di esperienza come noi, saprà creare la combinazione perfetta per la tua casa a Padova.

C’è un altro aspetto importante da considerare: i colori della nostra casa non vanno pensati solo in base a canoni estetici. Essi, infatti, hanno effetti fisici e psichici e possono aiutare corpo e mente a ritrovare il proprio equilibrio; sono in grado di alterare il nostro umore suscitando felicità, rabbia o diversi tipi di sentimenti e sensazioni.

Ecco un’altra buona ragione per affidarsi “a chi ne sa”.

Come nasce una vera progettazione di interni?

Dal momento in cui siamo di fronte a questa situazione, ci si trova di fronte alla realizzazione di un vero sogno, come dicevo prima, poiché cerchiamo di immaginare come sarà il nostro ambiente interno, il nostro arredamento al momento finale.Ti è mai capitato di sfogliare una rivista e dire tra te e te: “Quanto mi piacerebbe avere questo stile dentro casa mia”? Ecco, queste sono le nostre emozioni e pensieri quando dobbiamo cominciare a progettare un interno.

Il primo passo fondamentale verso una vera progettazione di interni.

La cosa fondamentale quando si comincia una progettazione di interni è affidarsi a un interior designer o un arredatore di esperienzasul campo (per saperne di più su come trovare un arredatore esperto, clicca qui). Questo passaggio è fondamentale poiché nel settore dell’arredamento ci sono molte persone improvvisate che sicuramente sono brave a progettare o a realizzare render di alto livello, ma poi concretamente non conoscono nulla o poco di arredamento e delle problematiche che esistono nel realizzare un arredamento completo come ad esempio il montaggio di un mobile ecc ecc.

Un caso di progettazione di interni che mi è capitato!

Ti riporto un’esperienza che mi è capitata anni fa che ricordo molto bene per come si e’ evoluta.

Un mio cliente mi raccontò che si era affidato a un architetto di interni rinomato a Padova per la realizzazione del suo progetto di ristrutturazione e mi disse che era stata un’esperienza pessima.

Ma perché? Semplicemente perché aveva di fronte una persona che non ascoltava e voleva imporre la propria idea di arredo nella casa. Questo atteggiamento, chiaramente da quello che mi diceva il cliente, creava imbarazzo, ma allo stesso tempo, visto che l’avevano pagato profumatamente, decisero di andare avanti con la progettazione dell’interno. Insomma, a lavoro compiuto, il cliente mi disse che era stato un disastro enorme: distanze tra mobile e divano troppo ravvicinate, problematiche nella cucina dove non si assumeva la responsabilità dicendo che non era colpa sua ma del mobilificio.

Anche qui, sei tu il responsabile del lavoro ti assumi le intere responsabilità perchè io ho te come riferimento del lavoro complessivo. Per concludere, quello che doveva essere l’avversarsi di un sogno si è trasformato in un enorme incubo. Questa esperienza mi ha insegnato molto e sono qui per cercare di aiutarvi con la mia esperienza per non commettere errori nella scelta del tuo partner.

“La progettazione deve tenere conto del gusto estetico ma anche della funzionalità e di tantissima esperienza”

Ho trovato nel progetto realizzato dall’architetto, delle anomalie importanti dal mio punto di vista, troppa vicinanza tra divano e isola della cucina, poca distanza tra tavolino e salotto, sembrava che il living fosse riempito non arredato e la fruibilità a livello funzionale non era delle migliori.

Parlando con il cliente, mi ha detto che la percezione era di troppi mobili, ma soprattutto non riusciva a muoversi all’interno dell’abitazione, e un altro problema era un mix di brand che non creavano quell’armonia che tanto desideravamo.

Perché? Affidarsi a diversi marchi per arredare casa, può essere un grande problema, in quanto parliamo di assemblare vari prodotti, realizzati dalla mano di vari designer, avendo diversi stili.

progettazione interni

La soluzione che consiglio è creare armonia all’interno del nostro ambiente, quindi affidarsi a un unico produttore che produca sistemi integrati, cioè: divano più complemento realizzato dallo stesso designer è la soluzione perfetta; oltre ad avere dei complementi adattati perfettamente, avremo anche delle finiture coordinate tra prodotto e complemento, questo vi assicuro vi aiuta a scegliere e non commettiamo errori.

Una cosa molto importante citata nel nostro titolo è affidarsi ad arredatori esperti, leggi il nostro articolo su come scegliere un arredatore di interni. Questo è cruciale, nel mio caso, ho notato che sbagliando si impara, e lo sbaglio deriva dall’esperienza che, grazie a numerosi tentativi anche negativi, ti porta veramente a capire cosa non fare e cosa fare.

Ti faccio un esempio: sempre a Padova ho visto un arredo realizzato da un giovane arredatore di interni, molto bello a livello estetico ma non teneva conto di distanze specifiche, questo creava un ambiente pieno di prodotti, non un ambiente arredato con dei prodotti. Un’altra cosa: quando entravi, c’era la percezione che qualcosa stonasse, mancava un tappeto che valorizzasse la zona living, la finitura della cucina si confondeva con il pavimento…. insomma errori di valutazione ma io penso anche errori di inesperienza.

Come noi di Viveremente aiutiamo il cliente a realizzare una vera progettazione di interni su misura.

Dopo aver individuato le problematiche presenti in questo settore, la nostra esperienza ci ha insegnato dagli errori commessi sia da noi che da numerosi altri professionisti. Da ciò è nato il Metodo Viveremente, un insieme di protocolli che permettono di realizzare una progettazione di interni impeccabile.

Operiamo principalmente nella città di Padova, ma il nostro campo d’azione si estende anche a Vicenza, Treviso, Verona e Venezia. Effettuiamo sopralluoghi diretti presso i nostri clienti per evitare sprechi di tempo inutili. Cerchiamo quindi di agevolare il cliente in ogni modo possibile per essere più efficienti ed efficaci.

Il Metodo è un protocollo creato per monitorare ogni fase del processo di progettazione di interni, coinvolgendo diversi attori quali arredatori, cartongessisti, muratori, impiantisti, elettricisti, idraulici, pittori e molti altri. Per pianificare un lavoro di progettazione è fondamentale possedere doti umane e di leadership spiccate, poiché l’organizzazione è essenziale. Ho assistito a casi in cui il capo cantiere, privo di leadership, veniva surclassato dai pareri dei collaboratori, con risultati disastrosi nella fase finale della progettazione di interni.

La nostra vasta esperienza sul settore della progettazione di interni, ci ha permesso di selezionare con cura collaboratori affidabili, testati nel tempo, che lavorano con attenzione e si preoccupano della soddisfazione del cliente.

Realizzare una progettazione di interni perfetta richiede grande esperienza nel settore piu’ importante sicuramente delle abilità.. Molti arredatori si improvvisano, credendo che pochi anni di esperienza siano sufficienti, ma purtroppo non è così. Le situazioni possono essere molteplici e gli errori sono sempre dietro l’angolo. Con il nostro Metodo abbiamo cercato di limitare gli errori, offrendo una soluzione specifica per evitare errori grossolani nella scelta dei partner e, soprattutto, per aiutare ad eliminare lo stress derivante da questo tipo di realizzazioni.

Una vera progettazione di interni può durare anche un anno, a seconda della complessità del progetto. Ricordo ancora una villa a Padova realizzata anni fa, in cui abbiamo iniziato con un attento ascolto dei bisogni del cliente, che aveva tre figli e due cani, e desiderava una casa dallo stile impeccabile ma al contempo funzionale, poiché l’arredamento precedente non lo era.

Abbiamo proposto insieme al cliente una soluzione specifica per la sua casa, partendo dalla realizzazione di cartongessi, all’illuminazione per creare un’atmosfera rilassante, la sala da pranzo con divani studiati per le sue esigenze di relax, fino agli impianti elettrici e alla cucina, progettata in base alle sue abitudini culinarie e al suo stile di vita.

Abbiamo creato una cabina armadio su misura in base alla quantità di abiti e scarpe del cliente, e progettato la camera da letto con un letto su misura, un pouf davanti al letto e una bellissima carta da parati illuminata.

Insomma, per realizzare una progettazione di interni di alto livello sono necessarie doti umane spiccate, una leadership avanzata e una grande esperienza nel campo. In caso contrario, ci si potrebbe ritrovare in un vero incubo

Criticità che sto notando nella progettazione

Incontrando molte persone e avendo avuto numerosi incontri, mi sono reso conto che stiamo concependo la progettazione degli interni nel modo sbagliato. Vi faccio un esempio per farvi comprendere meglio: alcuni anni fa, un mio vecchio cliente nel centro storico di Padova mi chiese un preventivo per un letto. Dopo aver effettuato il sopralluogo e redatto il preventivo, gli vendemmo il letto. Si trattava di un bellissimo letto, ma ci trovammo costretti ad adattarlo all’illuminazione presente, che non si sposava perfettamente con il comodino a causa della sua posizione, illuminato da faretti inseriti nel cartongesso. Fu necessario adattare il letto all’impianto di illuminazione esistente.

Questo è solo un piccolo esempio, ma quante volte ci troviamo a dover adattare la disposizione della cucina a causa della posizione degli scarichi, che diventa un vincolo intorno al quale ruota tutto.

Dovremmo iniziare a ragionare in modo contrario. Questo è il vero concetto di progettazione degli interni. Dovremmo prima studiare gli interni e il loro arredamento basandoci sulle nostre specifiche esigenze, per poi creare gli impianti di illuminazione, idraulici, e così via. Questo è un punto fondamentale su cui molti costruttori e imprenditori edili dovrebbero riflettere. Il futuro sarà quello di costruire a partire dal modo in cui la persona vive all’interno della casa. Pochissime aziende seguono questa pratica, ma vi assicuro che se adottiamo questa visione e mentalità, riusciremo a creare la VERA PROGETTAZIONE DI INTERNI.

Ciò che viene semplicemente adattato all’esistente non può definirsi vera progettazione di interni, poiché sicuramente ci sarà qualche vincolo che richiederà un vero e proprio compromesso.

In Viveremente, avrai accesso a fornitori specifici che ti accompagneranno nella costruzione della tua casa a Padova, dove operiamo abitualmente, tenendo conto del tuo stile di vita in casa. La costruzione della tua casa sarà completamente orientata alle tue esigenze e non sarà semplicemente un prodotto standard del costruttore. Se risiedi a Padova e desideri costruire e progettare la tua casa, villa o bifamiliare, completamente su misura per te, non esitare a contattarmi. Compila il modulo sottostante e descrivi le tue specifiche esigenze, troveremo il partner più adatto alle tue richieste.

Le principali aree dove realizzare una vera progettazione di interni

Di seguito delineerò le principali aree in cui la progettazione degli interni riveste un ruolo cruciale per la realizzazione di un progetto che coniughi estetica e funzionalità, offrendo anche le principali problematiche.

PROGETTAZIONE DELLA SALA DA PRANZO
  • La progettazione della sala da pranzo rappresenta uno degli aspetti più rilevanti nell’ambito della concezione degli spazi interni. La sala da pranzo o il soggiorno costituiscono uno dei cuori pulsanti della nostra abitazione, rappresentando il luogo dove accogliamo gli ospiti e dove, al termine di una giornata lavorativa, troviamo rifugio dal mondo esterno. È in questo ambiente che dedicando il nostro tempo al relax, desideriamo arredi confortevoli ma al contempo esteticamente gradevoli, come divani e poltrone. La progettazione degli interni della sala da pranzo assume quindi un ruolo strategico, richiedendo una considerazione attenta di molteplici fattori.
  • Nel caso della costruzione di una nuova abitazione, il progettista d’interni ha l’opportunità di esprimersi attraverso un progetto globale che consideri pavimenti, pitture, arredi e illuminazione. In caso di ristrutturazione o restyling della sala da pranzo, è fondamentale mantenere un equilibrio tra l’arredamento esistente e quello nuovo, considerando colori, materiali e soluzioni che si integrino armoniosamente con il contesto. Talvolta, ci si imbatte in clienti che, purtroppo, si affidano al fai da te, acquistando mobili senza tener conto dell’ambiente circostante. Questo può portare ad errori di stile e coerenza nell’arredamento. Per non commettere errori nella progettazione del tuo soggiorno clicca qui: progettazione sala da pranzo

progettazione parete attrezzata
PROGETTAZIONE DELLA CUCINA
  • Un’altra parte cruciale della nostra casa è la cucina, uno spazio in cui ci riuniamo per dialogare, mangiare, confidarci e ospitare amici e parenti. È un luogo di convivialità e intimità fondamentale per la nostra vita. Dalla nostra esperienza, sappiamo che se non collaboriamo strettamente con il cliente, il risultato potrebbe essere una cucina che non si integra armoniosamente con l’ambiente circostante e che non risponde alle esigenze funzionali.
  • Lo affermo perché in passato ho osservato progetti di cucine meravigliose che, per vari motivi, non hanno soddisfatto il cliente: dalla distanza troppo ampia tra lavastoviglie e lavabo che causava problemi di gocciolamento nell’area cucina, al colore non abbinato correttamente, fino alla scelta errata degli elettrodomestici in base all’utilizzo previsto. Progettare una cucina richiede competenze considerevoli e una vasta esperienza. SE vuoi leggere il nostro post per non commettere errori nella scelta di una cucina clicca il seguente link: Progettazione cucine Padova

  • .
  • Voglio sottolineare l’importanza dell’esperienza, che può anche derivare da un passato come montatore di cucine, perché consente di individuare e risolvere eventuali problematiche. Ho visto molti arredatori molto capaci nel progettare su carta bianca, ma che si sono trovati impantanati in questioni pratiche una volta terminato il lavoro, a causa di dettagli che solo chi ha esperienza è in grado di gestire.
progettazione cucina moderna
PROGETTAZIONE DELLA CAMERA DA LETTO

La progettazione della camera da letto riveste un’importanza strategica nell’ambito della creazione di uno spazio intimo e armonioso, sia nelle forme che nei colori, mirando al totale relax della persona. Dalla mia esperienza, ho osservato camere da letto prive di identità e personalità, in cui il mobilio, composto da letto, comodini e armadio ( clicca sul link seguente per approfondire come scegliere un armadio di ottima qualità), sembrava essere stato piazzato senza una reale cura. Qual è stato il risultato? Semplicemente, le aspettative del cliente non sono state soddisfatte e ciò che era stato visionato nelle esposizioni o nei cataloghi è diventato un lontano ricordo. Questo è un problema che si verifica spesso, ma perché accade?

Ciò accade principalmente per due motivi: in primo luogo, spesso ci affidiamo al fai da te. Ciò non significa che il cliente non abbia buon gusto, ma acquistare online o singoli elementi non è sufficiente. Ciò che fa davvero la differenza è l’insieme del progetto, e solo un arredatore esperto può offrire un reale aiuto in questo senso. In secondo luogo, c’è spesso una mancanza di una vera e propria progettazione. La progettazione della camera da letto deve tenere conto dei colori e delle finiture esistenti, delle abitudini dei clienti e deve includere anche elementi decorativi come una carta da parati o un bel tappeto sotto il letto.

Se devo dare un consiglio, suggerirei di affidarsi ad aziende che offrono un pacchetto completo, comprensivo di letto, comodini, armadio, ecc., il tutto coordinato in modo armonioso. In questo modo, si avrà la consulenza di un unico designer, evitando una miscela di marchi che potrebbe generare confusione tra stili diversi. In questo contesto vista la grande esperienza nel campo posso aiutarti a non commettere errori nella scelta di fornitori o partner sbagliati.

progettazione camera da letto
PROGETTAZIONE OUTDOOR

La progettazione dell’outdoor dopo la pandemia del 2020 risulta strategica per la nostra abitazione, poiché ci siamo abituati più di prima a godere del nostro giardino. Prestiamo particolare attenzione alla fruizione degli spazi esterni, considerando che la pandemia ci ha insegnato l’importanza di questo aspetto. Nel nostro caso, situato a Padova, città dove principalmente operiamo, la progettazione dell’ esterno, assume un ruolo di primaria importanza. La disposizione del divano, delle poltrone e del tavolo con relative sedie richiede una consulenza specializzata che tenga conto di molteplici variabili, tra cui la frequenza d’uso degli spazi esterni, il modo in cui li viviamo e l’importanza che attribuiamo a questo ambiente.

PROGETTAZIONE BAGNO

Progettare un bagno oggi è un compito non semplice, poiché ci sono molte variabili da considerare attentamente. Molti si improvvisano, commettendo molti errori che vanno dalle finiture ai mobili o ai sanitari veri e propri. Oggi, per realizzare un progetto completo di un bagno o una ristrutturazione, si può spendere da 5000 euro fino a 30000 euro, a seconda di ciò che si desidera. Abbiamo realizzato la progettazione di un bagno con un budget compreso tra 6000 e 7000 euro ottenendo ottimi risultati. La cosa fondamentale per la progettazione di un bagno è parlare con il nostro cliente e chiedere come vive il bagno e quali sono le sue abitudini, per poi studiare un piano personalizzato per realizzarlo. A volte ci innamoriamo di stili che poi non si integrano affatto con la nostra abitazione. Noi di Viveremente possiamo realizzare il tuo bagno dei sogni, accompagnandoti passo dopo passo con l’aiuto di professionisti che ti guideranno senza commettere errori o spendere molti soldi in intermediari inutili e onerosi. Per ulteriori approfondimenti su come progettare un bagno clicca qui

Tipologie di Progettazione di interni legate al budget

Il tema del budget nella progettazione di interni riveste una fondamentale importanza oggi, poiché fa la differenza. Risulta molto semplice se si dispone di un budget elevato, come ad esempio 100.000€ per la progettazione di interni, che comprende mobili, cucina, salotto, tavolini, studio dell’illuminazione, cartongesso, carte da parati per la decorazione, pitture speciali, eccetera. In tal caso, l’arredatore sarà in grado di proporre materiali, brand e finiture di altissimo livello. Tuttavia, sappiamo che non sempre è così, e in questa fase ci si può trovare “scarichi”, poiché dietro potrebbe esserci il costo di una ristrutturazione o costruzione. Pertanto, è importante capire nel dettaglio il budget complessivo disponibile e da lì partire per cercare di realizzare un risultato gradevole.

La grande sfida consiste nel creare ambienti belli e confortevoli anche con un budget modesto. In questo contesto, noi di Viveremente possiamo offrire il nostro aiuto, essendo presenti da anni sul territorio e in grado di orientarti verso le scelte più corrette in base al tuo budget. Non preoccuparti, è possibile realizzare lavori eccellenti anche con budget limitati.

In passato, ho personalmente seguito una progettazione di interni di lusso realizzata a Padova, dove un piccolo appartamento nel centro storico è stato completamente progettato e ristrutturato. Il cliente desiderava passare da uno stile classico a uno moderno, pertanto abbiamo dovuto cambiare la pavimentazione, inserire pitture e carte da parati diverse, ristrutturare alcuni mobili classici in chiave moderna (poiché erano pezzi storici del cliente) e creare delle opere in cartongesso con faretti di illuminazione specifici. L’obiettivo era quello di cambiare radicalmente l’aspetto e creare l’effetto “wow”, tenendo conto delle esigenze del cliente. Anche in questo caso, Viveremente può aiutarti con i suoi professionisti a scegliere le soluzioni migliori, inclusi elementi esclusivi come un lavabo e un rubinetto particolari, un salotto esclusivo o una cucina.

In conclusione, avere un budget a disposizione e comunicarlo all’arredatore di fiducia risulta determinante. Molte persone si sentono talvolta imbarazzate nel comunicare il budget, ma è importante non preoccuparsi: la chiarezza fin dall’inizio è fondamentale. È importante scegliere persone di fiducia, serie e professionali, che rispettino il budget comunicato all’inizio. La chiarezza è essenziale, e dialogare e progettare tutto, compreso il budget, in modo preciso sin dall’inizio può facilitare il processo. In questo senso, possiamo offrirti il nostro aiuto.

In VIVEREMENTE, offriamo un servizio di consulenza mirata per soddisfare le esigenze specifiche dei nostri clienti. Il nostro approccio richiede grande attenzione e capacità di interpretare le loro necessità.

Se desideri dei consigli su come progettare la tua casa non esitare a contattarmi compilando il form sottostante, sono qui per aiutarti, grazie di cuore per la tua attenzione!

Torna in alto